TECNOLOGIA DEL PNEUMATICO MOTO

Ambito di applicazione del prodotto

La vita di un pneumatico inizia in una sala riunioni. Gli ingegneri insieme con piloti che realizzeranno i test e ai colleghi delle vendite e del marketing, lavorano per definire le caratteristiche che dovrà avere il nuovo prodotto. Che cosa ci aspettiamo dal nuovo pneumatico Dunlop? Dove e da chi sarà utilizzato? Su quali moto? In quali condizioni? Dove lo venderemo? Queste sono solo alcune delle domande a cui dare una risposta prima di cominciare il lavoro.

Simulazione

Il lavoro vero inizia nella Sala di Modellazione con l'utilizzo di avanzati software di simulazione che forniscono precise indicazioni riguardo a proprietà come rigidità e spinta di camber. Si verifica inoltre l'effetto di materiali compositi alternativi alla ricerca del profilo ottimale. Questo lavoro può richiedere anche a una settimana per analizzare un determinato disegno.

Modelli 3D

Gli ingegneri quindi costruiscono modelli 3D utilizzando sofisticati software CAD per visualizzare il pneumatico che si vuole realizzare. Grazie alla FEA (Finite Element Analysis - Analisi degli Elementi Finiti) si raffigurano tutte le zone ad elevato carico che potrebbero generare calore. Solo quando tutto il lavoro al computer è terminato, si passa alla costruzione degli stampi in metallo per i pneumatici veri e propri.

Costruzione

La costruzione del pneumatico inizia con sottili strati di materiali speciali quali fibre composite e metalliche, nonché materiali “standard” come il nylon e il rayon, che formano la base della carcassa. E’ all’interno di quest’ultima che giace un vero segreto: i diversi componenti che formano la struttura e il battistrada del pneumatico. Per esempio, la fantastica stabilità della tecnologia Dunlop NTEC permette di marciare con una pressione di gonfiaggio più bassa, con conseguenti benefici in termini di tenuta laterale, durata, trazione e risposta di guida.